News

Non è facile descrivere con poche parole le emozioni che abbiamo provato ieri sera prima, durante e dopo la trasmissione “Rievoco o son desto” di Radio F1. vai all’articolo

Venerdì 19 aprile l’Associazione Tradizioni Sanginesine protagonista nel programma “Rievoco o son Desto” di Radio Fermo 1 (Segui la diretta FB)
Si, questa volta tocca a noi! vai all’articolo

Lo scorso 14 marzo la Commissione Bozzetti ha scelto i soggetti che saranno riprodotti sui drappi da assegnare… vai all’articolo

In vista della consegna da parte degli alunni del Liceo Artistico “G. Cantalamessa” di Macetata dei bozzetti, è stata convocata… vai all’articolo

Storica legge con la quale l’Italia riconosce il valore culturale, promozionale, sociale delle manifestazioni di tradizione. Vai all’articolo

Giovedi 15 febbraio, alle ore 21:30, presso la tensostruttura di Passo San Ginesio, ci ritroveremo per la seconda lezione… Vai all’articolo

Il Liceo Artistico “G. Cantalamessa”, nell’ambito della convenzione sottoscritta con l’Associazione Tradizioni Sanginesine, è stato incaricato… Vai all’articolo

Dai rioni: l cavaliere Denny Coppari è stato ingaggiato da Porta Picena per entrambe le gare del Palio di San Ginesio. Vai all’articolo

Rivoluzione nei calendari del Palio di San Ginesio. Dal 2024 le prove del Palio di agosto si separano definitivamente… Vai all’articolo

18 aprile 2024

Non è facile descrivere con poche parole le emozioni che abbiamo provato ieri sera prima, durante e dopo la trasmissione “Rievoco o son desto” di Radio F1.

Siamo stati accolti da persone simpatiche, competenti e preparate, capaci di unire il linguaggio semplice della comunicazione radiofonica con la profondità di un racconto non facile da sintetizzare.

Da parte nostra abbiamo cercato di descrivere la nostra Associazione, il lavoro quotidiano, le soddifazioni e le difficoltà con le quali ci confrontiamo.

Grazie ancora per questa bella occasione con la quale abbiamo aperto la stagione paliesca 2024.

18 aprile 2024

Venerdì 19 aprile l’Associazione Tradizioni Sanginesine protagonista nel programma “Rievoco o son Desto” di Radio Fermo 1  (Segui la diretta FB)

Si, questa volta tocca a noi!

Venerdì 19 aprile alle 21:00 la puntata del programma “Rievoco o son Desto” di Radio Fermo 1 sarà interamente dedicata all’Associazione Tradizioni Sanginesine e alle sue manifestazioni, il Palio di San Ginesio, il Ritorno degli Esuli e la Battaglia della fornarina.
Ringraziamo Paolo Rocchi e gli storici che ci intervisteranno perché ci permettono di aprire con questo importante appuntamento la campagna promozionale del Palio di San Ginesio 2024, un’edizione che oltre alla già nota divisione delle due gare, con lo spostamento al 2 giugno della Giostra dell’anello ed il mantenimento al 15 agosto del Palio della pacca, si arricchisce di numerosi altri eventi.
Iniziamo ufficialmente il 25 maggio in Auditorium con il sorteggio dell’Ordine di Partenza della gara del 2 giugno e con la presentazione del primo dei due Drappi, realizzati dagli studenti del Liceo Artistico Cantalamessa di Macerata, su bozzetto della loro compagna Sonia Chen. Prima però assisteremo alla tavola rotonda organizzata dal neo costituito Comitato scientifico e vedremo per la prima volta il telo, realizzato della ginesina Valeria Balzi, che d’ora in avanti celerà il Palio fino al momento del disvelamento. Un aperitivo al Campo del Palio chiuderà un pomeriggio ricco di avvenimenti.
Dal 10 agosto in poi, dopo aver ammirato il Palio realizzato su bozzetto di Giulia Magini, ci avvicineremo al 15 al suono di spettacoli fissi ed itineranti, che ci faranno compagnia anche durante le cene. Iniziative culturali completeranno il nostro ricco programma.
Il periodo che ci separa tra le due gare sarà caratterizzato dalla vera sorpresa di quest’anno! Il 14 luglio si svolgerà la Giostra della fornarina, primo TEST EVENT Quintana FISE, riservata alle amazzoni! Per la prima volta il Campo del Palio ospiterà una gara moderna in cui le partecipanti corrono svincolate dalle contrade.
Il programma completo è visibile sul sito www.atsg.it

15 marzo 2024

Lo scorso 14 marzo la Commissione Bozzetti ha scelto i soggetti che saranno riprodotti sui drappi da assegnare ai Rioni vincitori del Palio di San Ginesio – Giostra dell’anello del 2 giugno 2024 e del 53° Palio della pacca del 15 agosto.

Piace preliminarmente segnalare il generale apprezzamento e l’unanime consenso al lavoro svolto dagli studenti, dalle studentesse e dal corpo docente che sta seguendo l’intero progetto del Liceo Artistico “G. Cantalamessa” di Macerata.

Dopo un avvincente testa a testa la scelta, avvenuta con votazione segreta, è ricaduta sui bozzetti realizzati dalle studentesse Sonia Chen e Giulia Magini.

La Commissione ha poi stabilito che il Drappo realizzato sulla base del bozzetto di Sonia Chen verrà assegnato al Palio del 2 giugno 2024 e il Drappo realizzato partendo dal bozzetto di Giulia Magini verrà assegnato al Palio del 15 agosto 2024.

Ora i vincitori, in collaborazione con i loro compagni di classe, procederanno alla realizzazione dei drappi.

Appuntamento al 25 maggio in Auditorium di Sant’Agostino per scoprire il lavoro di Sonia Chen, mentre dovremo attendere fino al 10 agosto per vedere l’opera di Giulia Magini.

6 marzo 2024

Convocata la Commissione “bozzetti”

La Dirigente scolastica del Liceo Artistico “G. Cantalamessa” di Macetata ha consegnato al Presidente ATSG i bozzetti realizzati dagli studenti della classe 5°. In conseguenza, è stata convocata per giovedì 14 marzo la Commissione incaricata di scegliere i due soggetti che verranno rappresentati sui drappi che verranno messi in palio nelle gare del 2 giugno e del 15 agosto.

La Commissione è composta dal Direttivo, dal Comitato scientifico, dal Sindaco di San Ginesio, da 2 rappresentanti del gruppo di lavoro “costumi e cortei”, dai pittori dei palii 2023 Alfonso Caputo e Maurizio Ermanni

22 Febbraio 2024

Storica legge con la quale l’Italia riconosce il valore culturale, promozionale, sociale delle manifestazioni di tradizione.
Il ruolo dell’Associazione Marchigiana Rievocazioni Storiche

Dopo anni di falliti tentativi e di proposte mai arrivate all’esame, finalmente lo Stato riconosce il valore delle Rievocazioni Storiche. La Camera deei Deputati ha difatti approvato all’unanimità la proposta di legge avanzata dagli onorevoli Caparvi e Mollicone con la quale le manifestazioni vengono riconosciute come “componenti fondamentali del patrimonio culturale, storico, sociale, di tradizione, di memoria ed econonico dell’Italia” e come “elemento qualificante per la formazione e per la crescita culturale della comunità nazionale”.
Un grazie ai due parlamentari ed al dinamico gruppo di lavoro, espressione delle associazioni regionali, che ha attivamente collaborato alla stesura ed alla qualificazione del testo normativo: Carlo Paolocci (Umbria), Andrea Monteriù (Marche) – entrambi presenti in aula durante i lavori e al momento della votazione – Roberta Benini (Toscana), Giannantonio Braghiroli (Emilia Romagna) e Antonio Tempesta (Lazio).
“Finalmente – commenta il presidente dell’Associazione Marchigiana Rievocazioni Storiche, Giovanni Martinelli – le nostre manifestazioni non saranno più relegate nel ristretto ambito del folklore, ma saranno patrimonio della cultura e della promozione turistica italiana”.
La legge delega al Governo l’adozione di norme per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale in conformità alle direttive UNESCO di Parigi 2003, che intendono individuare e riconoscere i patrimoni culturali tradizionali (feste, saperi, tecniche, pratiche, espressioni orali) custoditi e riprodotti dai gruppi e dalle comunità quali aspetti irrinunciabili della loro identità e memoria culturale.
Ora le norme attuative. Presso il Ministero della Cultura sarà istituito un comitato tecnico-scientifico, sarà la tenuta un’anagrafe degli enti promotori e delle manifestazioni, sarà regolamentato l’uso delle armi storiche nei corteggi, annualmente sarà approvato un calendario ufficiale degli eventi riconosciuti. Le Regioni saranno chiamate ad armonizzare nel loro territorio i contenuti della legge (in questo contesto fondamentale il ruolo delle associazioni regionali: nelle Marche l’A.M.R.S. è stata riconosciuta già da anni con apposita legge) e promuovere la cultura della rievocazione storica nelle scuole.
Un grande traguardo raggiunto, un passo fondamentale per dare valore e riconoscimento a una tradizione che esalta a tutti i livelli ricerca storica, aggregazione sociale, promozione turistica, apporto economico.

8 Febbraio 2024

Giovedi 15 febbraio, alle ore 21:30, presso la tensostruttura di Passo San Ginesio, ci ritroveremo per la seconda lezione.
Se siete interessate/i potete contattarci per provare questo nuovo percorso e questa nuova esperienza.

Grazie alla spinta di un gruppo di ragazze desiderose di provare questa disciplina abbiamo deciso di riattivare uno dei gruppi storici dell’Associazione Tradizioni Sanginesine.
Ieri sera c’è stata la prima lezione di un percorso che abbiamo affidato agli amici del GAMS di Servigliano.

Iniziamo anche questa avventura, vi aspettiamo!

1° Febbraio 2024

Il Liceo Artistico “G. Cantalamessa”, nell’ambito della convenzione sottoscritta con l’Associazione Tradizioni Sanginesine, è stato incaricato di realizzare i due drappi che verranno assegnati come premio ai rioni vincitori della Giostra dell’anello del 2 giugno e del Palio della pacca del 15 agosto.
Il 1° febbraio, con la cerimonia di consegna delle tele, sono ufficialmente iniziati i lavori per la realizzazione dei bozzetti da sottoporre ad una commissione nominata dall’Associazione Tradizioni Sanginesine. Effettuata la scelta, gli studenti della classe 5^B saranno chiamati a realizzare i drappi prescelti. Come da regolamento, il bozzetto selezionato rappresenterà il premio per il cavaliere vincitore.
Sono previsti riconoscimenti per gli studenti che realizzeranno i bozzetti e i drappi.
L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle attività di valorizzazione, divulgazione e riscoperta delle tradizioni delle eccellenze territoriali che l’Associazione sta promuovendo. La possibilità di collaborare con un prestigioso Istituto di istruzione superiore della provincia di Macerata rappresenta un’importante opportunità per una manifestazione in costante sviluppo.
Il liceo Artistico di Macerata è lieto di proporre ai propri studenti questa opportunità di prestigio offerta dall’Associazione Tradizioni Sanginesine per la realizzazione dei drappi, difatti grazie a questa collaborazione potranno sperimentare un compito autentico e vedranno le loro opere diventare parte del patrimonio artistico e culturale di un territorio ricco di tradizioni meravigliose.
I Palii verranno presentati ufficialmente il 25 maggio per la Giostra dell’anello e il 10 agosto per il Palio della pacca nel corso di cerimonia presso l’Auditorium di Sant’Agostino che prevede anche il sorteggio dell’ordine di assalto al bersaglio da parte dei cavalieri.

28 Gennaio2024

Rivoluzione nei calendari del Palio di San Ginesio.
Dal 2024 le prove sulle quali i cavalieri selezionati dai rioni si disputavano il Palio di agosto si separano definitivamente. La “Giostra dell’anello” si disputerà domenica 2 giugno, mentre al “Palio della Pacca” manterrà la tradizionale data del 15 agosto.
Tale decisione è frutto della positiva esperienza che nel 2023 ha visto la Giostra dell’anello del 13 agosto assegnare in gara singola il Palio straordinario per i 60 anni dal primo “Ritorno degli Esuli” inizialmente previsto per il 2 giugno e rinviata per maltempo. Il Palio della Pacca, l’assalto al Saraceno, del 15 agosto è stata l’unica prova con la quale è stato assegnato il 52° Palio di San Ginesio.
La presentazione dei Drappi realizzati dagli allievi del Liceo Scientifico “G. Cantalamessa” di Macerata ed il sorteggio dell’ordine di partenza si terranno presso l’Auditorium di Sant’Agostino il 25 maggio e il 10 agosto.
Dal 2025 la Giostra dell’anello si svolgerà l’ultima domenica di maggio e verrà dedicata a Sant’Eleuterio, copatrono di San Ginesio, che si festeggia il 26 maggio.
La definizione dei nuovi calendari non è stata la sola decisione storica assunta dal Consiglio Direttivo nella seduta del 17 gennaio 2024.
In tale occasione, infatti, si è anche deliberata la costituzione del Comitato scientifico, che lo affiancherà nelle future scelte ed arricchirà il già nutrito programma con iniziative mirate. Il Comitato Scientifico è formato dal prof. Giovanni Minnucci, professore ordinario di Storia del diritto medievale e moderno presso l’Università degli Studi di Siena, Rettore dell’Opera della Metropolitana di Siena e cittadino Onorario di San Ginesio, dalle professoresse dell’Università di Macerata Mara Cerquetti, associata di Economia e gestione delle imprese, Francesca Coltrinari, associata di Storia dell’arte moderna, Maela Carletti, ricercatrice di Paleografia e dal Prof. Cristiano Tallé, ricercatore di Discipline Demoetnoantropologiche presso l’Università degli Studi di Sassari.
Completa il quadro dei cambiamenti la sottoscrizione di una Convenzione triennale con il Comune di San Ginesio per la gestione del Campo Sportivo “F. Marchetti” – Campo del Palio, primo passo per la creazione di un campo semipermanente dedicato alle gare storiche.

Torna in alto